Per tenere alla larga ransomware e altri comportamenti sospetti, non basta cercare le minacce. Riduci la tua superficie di attacco grazie alla sicurezza degli endpoint basata su criteri e cambia approccio: non è sufficiente, infatti, bloccare le minacce note, ma occorre necessariamente bloccare anche tutti gli elementi non considerati affidabili. In combinazione con i criteri di storage e Ringfencing, che consentono di controllare le modalità di interazione delle applicazioni, ThreatLocker migliora la protezione zero trust e consente di tenere alla larga gli hacker che guadagnano l’accesso furtivo ai tuoi sistemi.

A seguito dell’integrazione di ThreatLocker in N-able™ RMM o N-central®, è possibile implementare gli agent ThreatLocker senza difficoltà direttamente da RMM. Una volta implementato l’agent, l’integrazione crea automaticamente il cliente nel sistema ThreatLocker e apprende quali applicazioni e software devono essere in esecuzione nell’ambiente. Grazie a ThreatLocker, puoi configurare i clienti e metterli in sicurezza direttamente da RMM.

ThreatLocker logo

Hai domande o necessiti di assistenza?

Contatta subito il nostro partner TAP.